All for Joomla All for Webmasters

Non avreste mai pensato di vivere l’appuntamento con il vostro dentista, senza avere stati di tensione ed agitazione, ma con rilassatezza e piacere ?

Oggi è possibile grazie alla moderna apparecchiatura per la sedazione cosciente, studiata per il rilassamento dei pazienti odontoiatrici.

 

sedazione 2

Il congresso nazionale per la diffusione e lo sviluppo di sedazione e anestesia in odontoiatria (National Consensus Development Conference on Anesthesia and Sedation in the Dental Office) ha fatto emergere un dato assai significativo.

È risultato infatti che gli odontoiatri sottovalutano spesso l’efficacia dell’approccio psicologico per ridurre l’ansia del paziente. Un corretto approccio psicologico renderebbe infatti superflue in molti casi sia la sedazione che l’anestesia generale. Perchè gli odontoiatri non prendono in considerazione questa tecnica? Non bisogna innanzitutto dimenticare che né i dentisti né il personale paramedico ricevono un adeguato training in materia comportamentaIe; giocano poi􀁖􀂜􀂘􀃃􀂈􀁠􀁩􀃀􀀾􀃢􀂈􀂜􀂘􀂈􀃊􀃀􀁩􀂏􀀾􀃌􀂈􀃛􀁩􀃊􀀾􀂏􀃊􀃀􀀾􀂫􀂫􀂜􀃀􀃌􀂜􀃊􀁖􀂜􀃃􀃌􀂈􀃉􀁩􀁶􀁷􀁖􀀾􀁖􀂈􀀾􀁝􀃊􀃃􀁩􀂘􀃢􀀾􀃊􀁖􀂜􀂘􀃌􀀾􀃀􀁩􀃊􀂏􀁩􀃊􀁖􀀾􀃀􀁩􀂘􀃢􀁩􀃊􀂓􀁩􀃌􀂜􀁠􀂜􀂏􀂜􀁽􀂈􀁖delle ricerche volte a dimostrare l’efficacia dell’approccio psicologico, rispetto a quello farmacologico e l’indicazione dei casi in cui essi debbano venire abbinati. Questo elaborato si propone di mettere a fuoco i problemi metodologici in quest’area e di indirizzare alle future esigenze della ricerca. Riteniamo infatti che l’impiego diffuso di metodi sedativi nei piccoli pazienti verrà riconsiderato, se i risultati delle ricerche sull’efficacia dell’intervento comportamentale includeranno criteri di valutazione clinicamente significativi oltre a considerazioni pratiche. Diamo quindi una definizione dei problemi relativi alla valutazione, all’identificazione dei segni che possono indicare un comportamento non collaborante e alcune considerazioni metodologiche per l’analisi dei risultati.